Le consegne in magazzino erano interrotte e avremmo immediatamente subito ripercussioni con ritardi di produzione e clienti in attesa di ricevere i loro ordini. Inoltre avevamo il problema di trovare in fretta un sostituto per riprendere gli approvvigionamenti, ma a quale costo e soprattutto con quale affidabilità? Certo che i prezzi che eravamo riusciti a strappare erano senz’altro molto competitivi, ma nessuno poteva immaginare che l’azienda andasse improvvisamente in default.

IL CASO:

La responsabile acquisti di una prestigiosa industria di trasformazione ci contatta, perché ultimamente ha avuto dei problemi per gli approvvigionamenti. Un fornitore importante aveva improvvisamente interrotto le consegne e la produzione nello stabilimento ne aveva subito risentito. I clienti lamentavano ritardi e la situazione in breve era diventata critica, anche perché bisognava sostituire velocemente il vecchio fornitore con uno nuovo e non sarebbe stato facile.

LA RISOLUZIONE:

Si decide di verificare i fornitori principali e di selezionarne alcuni per eventuali emergenze. Grazie alle  analisi effettuate vengono scelti i fornitori più solidi da un punto di vista patrimoniale e finanziario, maggiormente strutturati ed efficienti. Inoltre viene fatta una pulizia dell’anagrafica e ottimizzato il processo di acquisto, realizzando economie di scala e migliorando la sicurezza del processo di approvvigionamento.

Il miglioramento del parco fornitori porta con sé un’ottimizzazione della produzione e della puntualità nelle consegne ai clienti, riducendo al minimo storico ritardi, interruzioni o disguidi.

Se anche tu credi che migliorare il parco fornitori sia un’attività strategica per la tua azienda non aspettare e compila subito il form.





Per maggiori informazioni leggi l'informativa dei dati personali.